fbpx

Bentley: la storia dietro un’icona


This post is also available in: English (Inglese) Français (Francese) Deutsch (Tedesco) Português (Portoghese, Portogallo) Español (Spagnolo)

La storia di Bentley inizia con la Grande Depressione avvenuta dopo il crollo di Wall Street. Questo avvento ha colpito duramente le case automobilistiche di lusso, costringendo Rolls Royce a spostare la sua attenzione sulla progettazione di una nuova auto più piccola. L’obiettivo era quello di sviluppare questa vettura più piccola senza perdere nulla del lusso e della raffinatezza per cui il loro marchio è noto, concentrandosi sulla superba accoglienza del modello 20.25.

Con questo in mente, una nuova auto è stata concepita e ha subito il processo di progettazione con il nome in codice “Peregrine”. Questa vettura avrebbe un motore nuovo di zecca con una capacità di circa 2,5 litri e sarebbe in grado di trasportare fino a quattro passeggeri in totale. L’auto si è comportata e si è comportata molto bene quando è stata sottoposta a test nel 1932, ma la sensazione generale era che la produzione di questa vettura non potesse offrire un prezzo di mercato che potesse attrarre il mercato di riferimento. Almeno, non senza fare alcune concessioni in termini di qualità.

Cogliere un’opportunità

Bentley

Durante questo periodo, Rolls Royce acquisì la società Bentley Motors in declino nel novembre del 1931. Bentley aveva subito un duro colpo a causa del crollo del mercato macchina di lusso . Né il loro telaio da otto litri né la sua alternativa da quattro litri riuscirono a ripristinare la loro precedente fortuna. Il nome Bentley aveva acquisito un certo prestigio grazie alla pubblicità apportata dal suo programma di corse, ma questo in realtà era stato molto dannoso finanziariamente per l’azienda. La mossa di Rolls Royce per acquisire Bentley è stata in realtà un’azione preventiva per allontanare l’interesse dei rivali Napier. Anche i servizi di WO Bentley furono garantiti e nel 1931 fu costituita la nuova società Bentley Motors Ltd.

Non è chiaro se Rolls Royce stesse puramente cercando di difendere Napier acquisendo Bentley, o se avesse sempre pianificato di produrre una nuova auto con il nome Bentley. In ogni caso, non passò molto tempo prima che Rolls Royce capisse che c’era un’opportunità troppo bella per essere persa. Ci fu un dibattito successivo su come la Peregrine potesse essere modificata in un’auto degna di sfoggiare il soprannome di Bentley.

È stata presa in considerazione la possibilità di sovralimentare il vecchio motore Peregrine, ma alla fine questo è stato scontato per i timori di affidabilità. Nel frattempo, c’era stato lo sviluppo di un nuovo derivato del motore 20/25, chiamato J1. Presentava una testata del cilindro a flusso incrociato, completa di sei luci di ingresso, due carburatori SU e un albero a camme modificato. Nell’ottobre 1932, fu concordato che l’accoppiamento del motore J1 al cambio 20/25 avrebbe potuto consentirne il montaggio sul telaio Peregrine. Il passo del telaio doveva essere aumentato per ospitare questo motore e cambio più grandi.

Una nuova alba

Bentley

La prima Bentley 3 1 / 2L andò in stampa alla fine di settembre del 1933. Questo è stato il culmine di 12 mesi di intenso lavoro di sviluppo e test, durante i quali sono stati aggiunti numerosi miglioramenti al concetto originale. La stampa automobilistica lo accolse con grande disinvoltura e fu esposto al Motor Show del 1933 a Olimpia. Le proporzioni eleganti dell’auto sarebbero diventate il segno distintivo della Derby Bentley e durante tutto il periodo della sua produzione sono nati numerosi stili di carrozzeria straordinari.

La combinazione finale di prestazioni e raffinatezza sarebbe diventata un altro importante punto di forza quando la Bentley si guadagnò il titolo di “Silent Sportscar” nel 1934. Il coinvolgimento nelle corse è stato un altro grande cambiamento rispetto alla politica aziendale di Rolls Royce, poiché hanno sostenuto l’ingresso nel 1934 di Eddie Hall nell’Ulster TT. Questa impresa ha consentito di testare in condizioni estreme, poiché sono state prese in considerazione modifiche più innovative. La Derby Bentley ha continuato a dare prestazioni di tutto rispetto all’Ulster TT e anche a Le Mans nel 1950.

La capacità del motore aumenterebbe col passare del tempo, il che cambierebbe i modelli standard man mano che venivano adottati. Alla fine, dovettero essere apportate ampie modifiche poiché nuove esigenze di guida venivano portate dall’avvento di cose come l’autostrada. Per soddisfare queste nuove esigenze, il sistema di lubrificazione dell’albero motore e i nuovi materiali dei cuscinetti dovevano essere esaminati molto da vicino, e si verificarono grandi cambiamenti.

Da allora il nome Bentley è cresciuto fino a diventare un punto di riferimento nel settore delle auto di lusso ed è un grande marchio per prestito contro . È sinonimo di eleganza e innovazione e il nome stesso aggiunge un peso significativo alle già superbe caratteristiche del design che ogni classe di Bentley vanta. Se stai cercando di vendere il tuo veicolo Bentley a un broker che ne apprezzerà il vero valore, non cercare oltre NBSP. Comprendiamo lo stato iconico delle auto e faremo sempre un’offerta equa e giusta per assicurarci che tu stia ottenendo il miglior valore dal tuo veicolo.

Offriamo prestiti contro le seguenti auto d’epoca: Aston Martin , Bugatti , Ferrari , Giaguaro , Mercedes e Porsche

 

 



Be the first to add a comment!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*



Authorised and Regulated by the Financial Conduct Authority

Hey Google, talk to New Bond Street Pawnbrokers
Alexa, open New Bond Street Pawnbrokers
Visit our Facebook page to talk to our chatbot!
Download our Android app here!
020 7493 0385
Tweet us today to interact with our smart Twitter chatbot

2019 Store of the Year Award

Winner For Financial Services