fbpx

I hope you enjoy this blog post.

If you want us to appraise your luxury watch, painting, classic car or jewellery for a loan, click here.

I 10 dipinti di donne più famosi del 2022


i più famosi dipinti e ritratti di donne

Allora, perché parlare dei 10 dipinti di donne più famosi del 2022? Ebbene, in ogni epoca, genere e mezzo, gli artisti hanno cercato di catturare le forme femminili. Alcuni dei più brillanti talenti del mondo hanno scelto una musa che ritengono essere l’essenza della femminilità per abbellire le loro tele. Questo ha dato vita ai più famosi ritratti di donna della storia dell’arte, che ancora oggi sono immensamente preziosi e influenti.

Qui abbiamo selezionato i 10 dipinti di donne più famosi del 2022-2023. Questa guida analizza il contesto che ha contribuito alla fama di ciascuno di questi famosi dipinti femminili, nonché le tecniche magistrali utilizzate per trasformare ogni donna in un ritratto avvincente e dinamico.

1. Nascita di Venere, Sandro Botticelli, 1485 ca.

La Nascita di Venere è il primo dipinto della nostra lista dei quadri femminili più famosi. Si pensa che sia stato completato nel 1485, Botticelli fu il primo artista toscano a dipingere a tempera su tela, che all’epoca era considerata di qualità inferiore.

Botticelli si discosta dalle convenzioni nella rappresentazione della dea romana dell’amore. La sua nudità era controversa in un’epoca in cui la morale religiosa la faceva da padrona. È sorprendente che la Nascita di Venere sia diventata uno dei più famosi dipinti di donne, in quanto promuoveva il peccato, proprio come altre opere d’arte bruciate nel Falò delle Vanità del 1497.

La Venere fu commissionata dalla famiglia Medici per essere appesa sopra il letto matrimoniale. Gli aranci del dipinto erano considerati emblemi della famiglia Medici e Venere è un celebre simbolo di amore e bellezza. Quando Botticelli morì, chiese di essere sepolto ai piedi della sua musa, Simonetta Cattaneo del Vespucci.

Botticelli La nascita di Venere - Qual è il significato di questo dipinto?

Il dipinto ricevette il plauso del pubblico solo quattro secoli dopo la morte del suo creatore, Botticelli, oggi considerato uno dei principali artefici del primo Rinascimento. Oggi è esposto alla Galleria degli Uffizi di Firenze, fianco a fianco con la sua opera gemella, La Primavera. Il valore stimato è di 500 milioni di dollari.

2. Monna Lisa, Leonardo Da Vinci, 1503-1519

Monna Lisa è forse il più famoso di tutti i dipinti e ritratti femminili, noto anche ai meno interessati alle arti. È dipinta a olio su legno di pioppo ed è sorprendentemente piccola per un dipinto di tale fama: misura 77 x 53 cm. Da Vinci iniziò il dipinto nel 1503 e lo ritrovò nel suo studio alla sua morte nel 1519.

Con questo capolavoro, Da Vinci stabilì il precedente della ritrattistica contemporanea, facendo voltare il personaggio verso l’osservatore. All’epoca, dipingere donne di profilo era uno standard nell’arte italiana. Le speculazioni sull’identità della modella sono state numerose, con teorie che suggeriscono che si tratti della madre di Da Vinci o di un autoritratto dell’uomo stesso, semplicemente scambiando l’identità di genere. Nel 2005 è stato ritrovato un biglietto che suggerisce che in realtà si trattava di una donna di nome Lisa del Giocondo.

Di proprietà del governo francese, la Gioconda è esposta al Louvre di Parigi dal 1804. Uno dei dipinti femminili più famosi si trova ora dietro un vetro antiproiettile, dopo essere stato rubato nel 1911 e attaccato da vari gruppi di attivisti nel corso degli anni.

3. Ragazza con l’orecchino di perla, Johannes Vermeer, 1665 ca.

Il pittore olandese Johannes Vermeer è rimasto relativamente sconosciuto durante la sua vita, forse perché ha prodotto solo 36 opere conosciute. La Ragazza con l’orecchino di perla è un dipinto a olio che si pensa sia stato completato nel 1665. È diventato popolare dopo essere stato restaurato per una mostra del 1995 alla National Gallery of Art di Washington DC.

RAGAZZA CON L'ORECCHINO DI PERLA, JOHANNES VERMEER

Nel 1999 ha ispirato l’omonimo romanzo, che poco dopo ha avuto un adattamento cinematografico candidato all’Oscar. Nonostante sia uno dei più famosi dipinti di donne, molti non si rendono conto che Vermeer stava creando un tronie invece di un ritratto. Tronie è un termine olandese che indica un personaggio o un tipo di persona. La ragazza con l’orecchino di perla è più uno studio di luce, colore ed espressione che un ritratto.

L’opera d’arte è stata soprannominata “la Monna Lisa del Nord” e ha suscitato paragoni a causa dell’intimità dell’opera. La Ragazza con l’orecchino di perla fa parte della collezione dell’Aia dal 1902.

4. Il nudo di Maja, Goya, 1797-1800

Un’altra immagine ispirata a Venere, questa volta adagiata su un divano di velluto verde in una posizione più promiscua, che incontra audacemente lo sguardo dello spettatore. Goya dipinse Il nudo di Maja in olio su tela tra il 1797 e il 1800. Il pittore spagnolo sfidò l’usanza della pittura di nudo dell’epoca raffigurando i peli pubici nell’opera.

LA MAJA NUDA, GOYA - uno dei quadri più controversi e popolari mai venduti

Goya fu considerato immorale dall’Inquisizione spagnola nel 1815, in parte a causa di questo dipinto, che oggi è considerato uno dei ritratti di donna più famosi al mondo.

Si è diffusa la voce che l’autrice fosse la duchessa d’Alba. Tuttavia, è più probabile che si tratti di Pepita Tudo, la sua amante nel 1797, quando iniziò a dipingere. L’opera che la accompagna, La Maja vestita, è appesa accanto ad essa al Museo del Prado di Madrid.

5. Disposizione in grigio e nero n. 1, James McNeill Whistler, 1871

Utilizzando olio su tela, Whistler creò uno dei più famosi dipinti di donne immortalando la sua amata madre. Per questo motivo l’opera è più familiarmente conosciuta come La madre di Whistler. Nonostante sia stata creata da un pittore americano, quest’opera ha ottenuto il maggior riconoscimento al di fuori degli Stati Uniti.

 

Whistler è stato considerato il primo uomo di spettacolo dell’arte moderna. Quando fu esposto per la prima volta, il dipinto non fu accolto bene dai londinesi vittoriani. Era considerata troppo severa in un’epoca in cui i dipinti romantici erano molto popolari.

Oggi, tuttavia, entra nella lista dei dipinti femminili famosi ed è considerato un’opera importante per il movimento del Realismo. Soprannominata la Monna Lisa vittoriana, la Madre di Whistler fu acquistata dallo Stato francese nel 1891. È esposto nella collezione del Museo d’Orsay di Parigi.

6. Donna con ombrellino, Claude Monet, 1875

L’artista francese Claude Monet è considerato un leader del movimento impressionista. In questo famoso ritratto, vediamo una donna e suo figlio (la prima moglie di Monet, Camille, e il loro figlio, Jean) in un campo. Monet combina la pittura di figura e di paesaggio per creare un’opera che appare come un momento intimo e fugace.

La donna con il parasole, CLAUDE MONET - uno dei dipinti più famosi al mondo dal 2022 al 2023.

Si ritiene che Monet l’abbia dipinto all’aperto, sul campo, impiegando solo poche ore per fare una magia con pennellate animate di olio sulla tela. Donna con ombrellino fu esposto alla seconda mostra degli impressionisti nel 1876.

Tra i partecipanti c’era anche un altro artista della nostra top 10 dei ritratti famosi di donne, John Singer Sargent. Infatti, ha ispirato la sua versione del pezzo, intitolata Two Girl with Parasols at Fladbury, nel 1889. L’opera di Monet è oggi esposta alla National Gallery of Art di Washington DC.

7. Ritratto di Madame X, John Singer Sargent, 1884

L’artista americano John Singer Sargent realizzò per la prima volta uno dei più famosi dipinti a olio di donne in Francia nel 1884. All’epoca della sua esposizione, il quadro suscitò un enorme scandalo a causa dell’abito che vi era raffigurato. La scollatura profonda e le spalle nude di Madame X, con una spallina che penzolava dalla spalla, erano troppo provocanti per il pubblico.

Dopo l’accoglienza negativa, Sargent modificò leggermente l’opera ridipingendo la cinghia drappeggiata. In seguito è stato accolto con grande successo in America e in Gran Bretagna.

Madame X è in realtà Madame Virginie Gautreau, una donna celebre in Francia per la sua bellezza pallida e misteriosa. Rifiutò molte richieste di posare per altri artisti, accettando quella di Sargent, che era un collega americano espatriato. Sargent realizzò 30 disegni a matita, acquerelli e oli, uno dei quali è esposto alla Tate Britain. Il ritratto finito fa parte della collezione del Metropolitan Museum of Art di New York.

8. Ritratto di Adele Bloch-Bauer 1, Gustav Klimt, 1907

Utilizzando tecniche miste, il pittore simbolista austriaco Gustav Klimt creò un’opera dorata e accattivante che oggi è uno dei più famosi dipinti di donne. Adele Bloch-Bauer è raffigurata con colori a olio e foglia d’oro e d’argento e misura 140 x 140 cm.

Adele Bloch-Bauer è l’unica persona che Klimt ha dipinto due volte nella sua carriera. L’opera fu commissionata dal marito, ma Adele fu anche l’amante di Klimt per un certo periodo. Klimt si ispirò fortemente all’arte del mosaico, giapponese ed egizia, come si evince dall’opulenza e dal simbolismo utilizzati nel ritratto.

Il dipinto fu rubato dalla Germania nazista nel 1941 ed è uno dei pochi pezzi fortunati ad essere stato recuperato. Nel 2006 è stato acquistato per 135 milioni di dollari. Ora è in mostra alla Neue Galerie di New York.

9. Ritratto di Dora Maar, Pablo Picasso, 1937

Pioniere dello stile surrealista, Pablo Picasso ha creato molti ritratti di donne audacemente sperimentali. Ritratto di Dora Maar è stato realizzato nel 1937 e combina una visione frontale e di profilo del soggetto. Ha catturato un momento di sicura assertività quando la donna sorridente appoggia la testa sulla mano, guardando direttamente e oltre lo spettatore. I colori vivaci e le forme spigolose sono una caratteristica familiare in molti dei dipinti successivi di Picasso.

Dora Maar è il soggetto di numerosi ritratti di Picasso ed è stata un’artista e fotografa a tutti gli effetti. Si pensa che questo sia il più famoso dei suoi dipinti femminili, poiché i due si sono ispirati e sfidati a vicenda mentre erano amanti dal 1935 al 1936.

Il dipinto a olio è esposto in modo permanente al Musee Picasso di Parigi.

10. Autoritratto con collana di spine e colibrì, Frida Kahlo, 1940

Frida Kahlo è una delle più famose ritrattiste, con 55 autoritratti realizzati nel corso della sua vita. L’Autoritratto con collana di spine e colibrì è un’immagine tragicamente ossessionante e potente, nata dal divorzio da Diego Rivera e dalla fine della relazione con Nickolas Moray.

Kahlo crea un’atmosfera claustrofobica con una fauna lussureggiante sullo sfondo. Si avvale del simbolismo religioso con una collana di spine perforanti e del simbolismo messicano di un colibrì, tipico simbolo di fortuna, in nero. Nonostante l’aspetto ossessionante, ognuno di questi simboli è anche un riferimento alla resurrezione, suggerendo una speranza ai margini dell’opera.

Il dipinto era stato originariamente acquistato dal suo ex amante, Nickolas Moray. Ora è esposta all’Harry Random Center di Austin, Texas.

Ognuno di questi famosi ritratti di donne è completamente unico, una rappresentazione della bellezza e della seduzione a cui ogni artista ha aggiunto il proprio stile e la propria visione creativa. La maggior parte di essi è stata controversa all’epoca della loro prima esposizione, aggiungendo una notorietà che alla fine ha contribuito alla loro longevità.

Sembra che, indipendentemente dall’epoca o dallo stile, le donne saranno sempre al centro della ritrattistica. Il nostro fascino per la bellezza femminile è il motivo per cui questi ritratti influenzano ancora oggi gli artisti e sono esposti nei musei più importanti. Ognuno di essi ha un valore estremo, a dimostrazione del fatto che possedere arte è ancora un saggio investimento.

 

IN SINTESI, ALCUNI DEI 5 PIU’ FAMOSI DIPINTI E RITRATTI DI DONNE NEL 2022, 2023 ED OLTRE SONO:

 

Il Monte dei Pegni di New Bond Street offre crediti per opere d’arte di lusso con un minimo di documentazione, oltre a una consulenza specializzata. Tra i numerosi artisti a cui prestiamo i nostri servizi vi sono Andy Warhol, Bernard Buffet, Damien Hirst, David Hockney, Marc Chagall, Raoul Duffy, Sean Scully, Tom Wesselmann, Tracey Emin, Banksy, e Roy Lichtenstein solo per citarne alcuni.

 

This post is also available in: English (Inglese) Français (Francese) Deutsch (Tedesco) Português (Portoghese, Portogallo) Español (Spagnolo) Български (Bulgaro) 简体中文 (Cinese semplificato) 繁體中文 (Cinese tradizionale) hrvatski (Croato) Čeština (Ceco) Dansk (Danese) Nederlands (Olandese) हिन्दी (Hindi) Magyar (Ungherese) Latviešu (Lettone) polski (Polacco) Português (Portoghese, Brasile) Română (Rumeno) Русский (Russo) Slovenčina (Slavo) Slovenščina (Sloveno) Svenska (Svedese) Türkçe (Turco) Українська (Ucraino)



Be the first to add a comment!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*



Authorised and Regulated by the Financial Conduct Authority